Home Mamme

Mamme

vitamina c
Smettere di fumare è fondamentale per le future mamme in gravidanza per non nuocere alla salute dei propri figli. C'è, però, chi proprio non riesce a rinunciare al vizio delle sigarette ed allora va tenuto in seria considerazione uno studio pubblicato sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, firmato dall'American Thoracic Society, in cui si evidenza l'importanza della...
igiene orale
Diversi studi scientifici hanno posto l'attenzione sulla parodontite, l'infiammazione cronica che colpisce i tessuti attorno ai denti, che potrebbe essere tra le cause dei parti prematuri. Eventi che, a loro volta, costituiscono il motivo principale delle morti perinatali che riguardano ben sei milioni di feti ogni anno. Gli esperti spiegano che gli effetti della parodontite non trattata durante la gravidanza...
sonno genitori
Una ricerca condotta dall'Università di Warwick conferma, con grande rammarico dei neo-genitori, che i primi sei anni di vita di un bambino sono quelli che più pesano sul sonno di una mamma o di un papà. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Sleep e sottolinea come siano i primi tre mesi i più duri da questo punto di vista....
Sono sempre d'attualità alcuni suggerimenti che i pediatri forniscono alle famiglie nel caso in cui un bambino dovesse ammalarsi d'influenza. Quest'anno, poi, il virus è stato particolarmente violento coi più piccoli e quindi non vanno sottovalutati alcuni aspetti. Il primo è relativo al ritorno a scuola: gli esperti ricordano che un bambino deve tornare quando è perfettamente guarito e in...
Uno studio dell'American Thoracic Society ha dimostrato che le donne fumatrici che assumono in gravidanza una certa dose di vitamina C (500 mg/die) aiutano i propri figli a migliorare la funzione polmonare. Si tratta di uno studio particolarmente importante e che è rivolto alle persone che proprio non riescono a smettere di fumare durante il periodo di gestazione. Lo studio...
Arriva dall'Università di Birmingham, Regno Unito, uno studio che ha coinvolto oltre 1,6 milioni di cartelle cliniche e 18.271 bimbi a cui sono state rimosse le tonsille nel periodo che va dal 2005 al 2016. I ricercatori hanno appurato che nella maggior parte dei casi l'intervento di tonsillectomia può essere evitato. Anzi, gli studiosi sono riusciti anche a quantificare tale...
Viene comunemente definita "orecchioni", in realtà la malattia si chiama parotite ed è altamente contagiosa. Il virus appartiene alla famiglia dei Paramyxovirus e va ad attaccare ghiandole salivari e la prima parte delle vie aeree (laringe e trachea). Il sintomo più evidente è l'ingrossamento delle ghiandole parotidi che conferisce poi al viso il gonfiore tipico della malattia. Il manifestarsi di...
La salute dei denti può essere un rilevatore preciso per conoscere se un bambino è affetto da celiachia. Raffaella Docimo, direttore della Cattedra di Odontoiatria pediatrica all'Università Tor Vergata di Roma, ha spiegato come la salute orale debba essere costantemente monitorata tra i più piccoli per scoprire eventuali intolleranze. I segnali possono essere diversi, proviamo ad elencarli: il primo è alterazione...
Un consiglio particolarmente prezioso arriva da una ricerca condotta dalle Washington State University e delle Università della California a Berkley e a San Francisco: viene messo sotto i riflettori un aspetto delicato nel rapporto genitori-figli, quello delle emozioni negative che spesso vengono "censurate" dai più grandi. Lo studio è stato poi pubblicato sulla rivista scientifica Emotion e si è basata sull'analisi...
Devono essere cinque i pasti al giorno per i più piccoli, variati ed equilibrati. Le sostanze nutrienti non devono mancare: dai carboidrati alle proteine, passando per grassi, vitamine, sali minerali e fibre. L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha provato a stilare una sorta di tabella di marcia per andare incontro ai genitori. Si parte con la colazione: cereali, biscotti, fette biscotttate, pane...